Biografia:

Cantante e cantautore Italiano

Augusto Re, nome d’arte di Giuliano “Giulio” Romini, è nato il 12 aprile 1966 a Ravenna, sotto il segno dell’Ariete (Cancro ascendente). Dall’infanzia, Giulio si distingue per la sua personalità eclettica e le sue forti passioni: inizialmente, infatti, si è dedicato intensamente allo sport, e in particolare al gioco del calcio, mostrando un talento notevole. Dopodiché è passato alla musica, ambito a lui più congeniale per la sua innata personalità creativa.

Le mie sperimentazioni:

Nel 1998 esce il suo primo album “Il Capitano e il Furiere”, seguito nel 2000 da “L’incontro”. Entrambi i dischi sono ben accolti dal pubblico, dalla radio e dalla critica, ma presto il poliedrico Giulio sente la necessità di creare un volto musicale dalle molte sfaccettature: è così che nasce Barocco, l’alter-ego dell’avvocato Romini. Nel 2003 ha composto uno dei suoi pezzi più curiosi della sua carriera: “L’infinito rivolto”, una trasposizione in musica dei versi senza tempo del poeta Giacomo Leopardi, seguito da “Continuo ad avere dei dubbi”. La fase della sperimentazione musicale di Barocco finisce nel 2016.

La mia musica:

Nel 2018, dopo il definitivo cambio di nome d’arte in Augusto Re, pubblica l’album “La decisione” che rappresenta un nuovo inizio per l’artista. È evidente dalle prime note, quelle dell’introduzione della canzone La decisione, in cui canta esplicitamente “Ho preso la decisione, la decisione è irrevocabile …”. Un suono “urbano”, contemporaneo, ma che deve anche molto alle origini di Augusto Re, da quando ha firmato i primi album con il nome di Giulio Romini. Nel 2019 inizia la collaborazione con Tommy Dell’Olio, nominato suo alter-ego oltre che produttore artistico e suo chitarrista per i brani a venire, e grazie a questo incontro, Augusto Re dà vita ad una serie di nuove registrazioni e pubblica il singolo “Ci si perde di vista”, anche in versione RMX Summer Dance curata dal Dj Graziano Manoli, che anticipa la nuova linea compositiva dell’artista.

L’8 marzo 2019 pubblica “Ci si perde di vista” con un successo sia di ascolti (più di 50.000 in spotify) e di visualizzazioni video (più di 200.000).
Il 14 giugno viene pubblicato “Tornare a volare” che aumenta la dimensione degli ascolti che delle visualizzazioni che raggiungono i 250.000.